Il matrimonio in Sicilia

Il matrimonio in Sicilia

“Quando ero piccolo – avevo sei anni o poco più – mio padre, organista della cattedrale, mi portava con lui quando si celebravano i matrimoni, che mi apparivano spettacoli straordinari. Il divertimento maggiore era quello che si provava ai trattenimenti: mio padre vi era spesso invitato, specie se c’era di mezzo un pianoforte o una pianola. Si festeggiava alla meglio, erano i tempi difficili del dopoguerra: la veste nuziale veniva presa a nolo, e a festa conclusa la modista, che spesso seguiva la sposa, si riportava l’abito, che serviva per un altro matrimonio, magari nello stesso giorno. L’addobbo floreale consisteva in due corbeille a mo’ di corona, che si reggevano con un cavalletto da pittore, ma fatto di canne, che a ripensarci mi sapeva di mortorio. Queste corbeille, terminato il rito, venivano trasportate nello studio del fotografo, dove, subito dopo, gli sposi venivano ripresi davanti a un fondale dipinto, con tanto di cornice floreale. Non ricordo la presenza del fotografo in chiesa o al ricevimento. Quest’ultimo era molto spartano, il pezzo forte consisteva in genere in una torta rotonda a strati disposta su di un’alzata d’acciaio, con in cima due pupazzetti a braccetto, immancabili anche ai nostri giorni. Dopo, il classico gelato - il famoso “pezzo duro” -, i confetti e tutto  era finito. Questi miei ricordi sono legati ad un ceto sociale medio; ma mi raccontavano che in circostanze più modeste talvolta agli invitati erano offerte solo fave abbrustolite e biscotti accompagnati da un bicchiere di marsala. Tutto ciò deve essere visto entro un periodo storico alquanto triste: le condizioni di vita non consentivano sprechi o eccessivi lussi. Verso il ’50 - ’52 la ripresa economica cominciò a farsi avvertire, la gioia di vivere era grande e le cerimonie religiose divenivano via via più pompose. Ricordo, la mattina il rito in chiesa e la sera il ricevimento, che avveniva in sale private, in genere dei grandi ambienti senza la minima pretesa di addobbo: gli sposi prendevano posto su di una pedana rialzata, mentre una fisarmonica, un sassofono, una batteria e un contrabbasso formavano l’orchestrina. Tutt’intorno alla sala, lasciando libero lo spazio centrale, sedevano gli invitati e in primo piano, davanti agli anziani, si sistemavano le ragazze che desideravano ballare. Toccava agli sposi aprire le danze, e gli uomini, generalmente più numerosi delle donne, si incollavano alla parete e al momento della formazione delle coppie si avventavano come sciami d’api sulle fanciulle preferite. A trattenimento concluso, gli sposi venivano subito accompagnati dai più intimi alla loro nuova dimora (raramente si andava in viaggio di nozze): la brama di consumare era infatti più forte d’ogni altra cosa, dato che durante il fidanzamento la famiglia della ragazza la teneva sotto strettissima sorveglianza, non dando nessuno spazio all’intimità tra i due. Ricordo i matrimoni dei nobili, fieri del proprio rango, con quei tight che da vicino sapevano di naftalina. Si erano sempre sposati tra di loro, superando anche l’ostacolo della parentela di primo grado, e adesso si offrivano agli imprenditori, ai ricchi professionisti, alla nuova borghesia. In alcuni casi alla pomposa cerimonia nel Duomo seguiva il ricevimento al Circolo di Conversazione, un santuario di frivolezze e mondanità che mettevano in soggezione chi entrava a far parte della cerchia nobiliare. Nel ’61, di ritorno dal servizio militare, aprii un mio studio. Eravamo in pieno boom economico, a Ragusa la scoperta del petrolio e una nuova agricoltura d’avanguardia avevano innalzato il tenore di vita, come si poteva notare anche in occasione dei matrimoni. I riti nuziali – soprattutto quelli dei ricchi – subirono una totale trasformazione, migrando verso i locali più sontuosi di Catania, Siracusa e perfino Palermo; anche a Ragusa iniziarono a sorgere sale da trattenimento per venire incontro alle nuove richieste. Aprirono i battenti nuove pasticcerie e nuovi ristoranti dai menù sempre più ricercati, mentre i nobili iniziarono a disertare il loro circolo; si andava verso un maggiore livellamento sociale all’insegna del benessere.

Giuseppe Leone, Il matrimonio in Sicilia (Sellerio 2003)

Il fotografo Giuseppe Leone, nel suo racconto personale tratto  dal libro Il matrimonio in Sicilia, descrive l’evoluzione del matrimonio e del ricevimento nuziale dal dopoguerra ai giorni nostri. Nel tempo cambiano gli usi, i costumi e le mode, ma qualcosa rimane sempre immutata: l’emozione che si prova… Oggi, proprio come ieri, il matrimonio è un nuovo inizio, la pagina bianca di una vita da scrivere a quattro mani, il giorno nel quale i sogni e i desideri degli sposi si concretizzano e si possono respirare, sentire e toccare.

 

La scelta dei vostri dettagli


  • Tovagliato tavolo sposi
  • Tovagliato ospiti
  • Runner
  • Centrotavola
  • Sottopiatto porcellana, vetro, acciaio
  • Calici da degustazione
  • Posateria
  • Caraffe
  • Ambientazioni evento
  • Tableau de mariage
  • Menù personalizzato per singolo ospite
  • Cavaliere nominativo del tavolo
  • Cavaliere segnaposto con i nomi degli ospiti
  • Guestbook matrimonio
  • Allestimenti buffet
  • Colore evento
  • Colore cuscini per divanetti
  • Moccoli e candele galleggianti

Wedding Day - Inizia a prendere forma…

Organizzare un evento significa, soprattutto oggi, caratterizzarlo con la scelta dello stile: un colore, un tema, un’emozione o una sensazione per raccontare il giorno delle vostre nozze. Da questo pensiero nasce il “Wedding Day”, giorno dedicato alle scelte che personalizzeranno il vostro ricevimento nuziale, dove avrete la possibilità di vedere e toccare con mano le diverse opportunità e novità tra allestimenti e ambientazioni dei buffet, della sala e degli esterni, ma anche tutte le sorprendenti innovazioni e migliorie che, ogni anno, apportiamo alla nostra struttura. In questa occasione avremo  anche il piacere di farvi conoscere lo Staff di cui si compone il Blu Panorama, per farvi sentire come a casa nel giorno più importante della vostra vita.  Saremo a vostra completa disposizione per disegnare un matrimonio originale e scenografico, dando comunque importanza a ciò che esso rappresenta per voi, senza lasciare nulla al caso. Il nostro compito sarà quello di decodificare i vostri desideri al fine di comprenderli e trasformarli in realtà. Ci ispireremo alla vostra individualità, pianificando e progettando ogni singolo dettaglio con attenzione capillare e minuzia, al fine di creare un ricevimento nuziale “unico” di cui conservare bellissimi ricordi. Vi guideremo e consiglieremo, assecondando i vostri gusti e le vostre esigenze: dal tovagliato all’addobbo del centrotavola, dal colore predominante al tema dell’evento, dall’allestimento della tavola al menù, tutto sarà curato con eleganza per dare personalità e un’impronta originale al vostro matrimonio. Per tale motivo vi seguiremo, passo dopo passo, nei  due momenti che compongono il “Wedding Day” : il primo del Design, nel quale vi guideremo in un percorso all’interno del nostro showroom alla ricerca dei dettagli che dovranno comporre lo stile del vostro ricevimento; il secondo Ristorativo nel quale lo chef, affiancato dalla sua brigata costituita da professionisti di primordine, si dedicherà instancabilmente alla preparazione di numerose pietanze gustose - al tempo stesso decorative - al fine di deliziare e soddisfare il vostro palato con un ampio ventaglio di scelte, tutto questo per permettervi di personalizzare il menù secondo le vostre preferenze ed esigenze. Le nostre numerose proposte, esclusive ed innovative,  renderanno il banchetto di nozze  perfetto e impeccabile anche per i palati più esigenti.

 

Tutto ha inizio...


In questo nuovo giorno ricco di aspettative per voi futuri sposi – e non solo - il Blu Panorama si veste di colori, profumi, luci e forme che, armoniosamente, creano l’atmosfera da sogno che avete sempre immaginato e desiderato. Riconoscendo, infatti, il grande privilegio che abbiamo di partecipare a qualcosa di straordinario e intimo, come il vostro matrimonio, ci prepariamo a generare stupore e meraviglia in voi e nei vostri ospiti. Tutto deve essere perfetto, i giardinieri e i manutentori danno gli ultimi ritocchi, cedendo poi il passo al corposo staff di allestitori, camerieri e hostess che  lavorano instancabilmente e con meticolosità per esaudire ogni vostro desiderio e rendere impeccabile il vostro ricevimento. Un viavai di gente accuratamente selezionata, di una squadra competente e qualificata, avvezza a sistemi ben precisi, di ineluttabile successo, dove garbo, cortesia, professionalità e creatività trovano un connubio perfetto nella realtà. Gli ampi spazi a vostra disposizione, la sapiente organizzazione dei tavoli, i ricercati elementi di arredo e le preziose stoffe che danno un tocco unico di colore agli interni, disegnano le linee di un meraviglioso quadro rivolto a conquistare il vostro cuore. Ogni dettaglio è scelto per ricreare un'atmosfera di calda familiarità, indispensabile per rendere speciale il vostro matrimonio da condividere con gioia insieme ad amici e parenti. Pronunciato il sospirato “si” e conclusa la celebrazione, gli sposi raggiungono i loro cari per dare via ai festeggiamenti. Per la neo-coppia, da quel momento, comincia la nuova vita insieme. Allentata la tensione, eccoli radiosi per la prima volta con la fede al dito, per la prima volta marito e moglie, per la prima volta uniti ufficialmente e pronti a gridare al mondo intero il loro amore eterno. In questo clima di profonda gioia, il Blu Panorama, con il suo team attento e cordiale, accompagna voi sposi nel “gran giorno” con onore ed emozione, in una scenografia elegante, raffinata e curata per rendere tutto perfetto e memorabile. All’apertura dei cancelli della Villa i nostri steward saranno predisposti all’ingresso del parcheggio, pronti a ricevere i vostri invitati affinché l’arrivo in una location, da loro presumibilmente sconosciuta, non risulti confusionario e destabilizzante. Così, mentre voi siete alle prese con il fotografo intento a immortalare i momenti più belli, una schiera di camerieri e di hostess in elegante divisa allieteranno l’attesa dei vostri ospiti, servendo, su superbi vassoi in acciaio, dissetanti bevande e appetitosi stuzzichini scelti in relazione al periodo.

 

Il Banchetto


Il ricevimento di nozze - o per meglio dire “sposalizio” - è un momento conviviale di notevole importanza che determina una vera e propria festa nella quale gli sposi, i familiari e tutti gli invitati, insieme, respirano i primi attimi del legame appena sancito, oltre a mangiare, ballare e rallegrarsi del giorno più importante che possa esistere per una coppia di innamorati. Il ricevimento nuziale, semplice o sfarzoso che sia, non può dirsi concluso senza l'offerta del cibo. Il rito della condivisione del pasto, infatti, ha radici antichissime ed è una consuetudine obbligata in moltissime cerimonie religiose, come ad esempio cristiane o ebraiche, in cui l'assunzione di cibo è simbolo di comunione e fratellanza. Anche ai tempi degli antichi romani, il ricevimento di nozze aveva un indispensabile valore simbolico: il rito del matrimonio non veniva considerato legale fino a quando i novelli sposi non spezzavano e mangiavano il pane con i loro ospiti. Il Banchetto nuziale è un universo di dettagli personali e, affinché risulti un successo per tutti gli ospiti, bisogna mettere in primo piano la qualità dei piatti, il buon servizio e l’estetica.

Nome
Cognome
Email
Contenuto
Informativa (d.lgs 196/2003)
La compilazione del presente modulo serve per richiedere l'invio all'indirizzo da Lei indicato delle informazioni da lei richieste. Ai sensi del d.lgs 196/2003 (Codice in materia di trattamento dei dati personali) il trattamento delle informazioni che La riguardano, sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti.


Get Social